Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Conferenza di chiusura del progetto PINSEC

Sai cosa ha realizzato il progetto PINSEC in Tunisia?

  • Hub Dar El Ourabi: uno spazio sociale e culturale di ascolto, informazione, orientamento, formazione e sostegno; progettato per riunire giovani, donne, migranti e migranti di ritorno in situazioni di vulnerabilità nella grande Tunisi
  • 250 operatori di associazioni ed istituzioni locali – di cui oltre la metà donne -che sono stati aggiornati professionalmente sui temi dell’inclusione sociale/ economica e della migrazione per promuovere politiche e programmi a riguardo
  • 300 giovani tunisini/ e migranti di ritorno inoccupati hanno beneficiato di orientamento, formazione e inserimento lavorativo: 100 di loro specificatamente sulla creazione di impresa
  • 38 imprese create/rafforzate e attive
  • 90 operatori tra migranti, tunisini e tunisine i formati in mediazione linguistico culturale per migliorare i servizi verso i migranti
  • 1500 persone hanno usufruito di servizi di accoglienza, orientamento e di mediazione linguistico-culturale
  • 3000 persone coinvolte in campagne di sensibilizzazione sulla migrazione responsabile e sui rischi della migrazione irregolare.

 

 

Mercoledì 27 gennaio 2021, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 su ZOOM, si terrà la conferenza conclusiva del progetto PINSEC -Giovani donne e migranti: percorsi d’inclusione sociale e economica in Tunisia, co-finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo AICS – MAECI.

 

Organizzato dal CIES Onlus in qualità di capofila del progetto, vedrà la partecipazione di rappresentanti dei partner italiani e tunisini che hanno realizzato le attività e di rappresentanti istituzionali dell’AICS.

 

L’evento sarà l’occasione per stimolare una riflessione comune sui risultati raggiunti e sulle sfide incontrate nella sua realizzazione. Sarà soprattutto un’occasione per riflettere sull’importanza di iniziative coinvolgenti ed efficaci per costruire una società più inclusiva per i giovani e le donne in Tunisia, i migranti ed i migranti di ritorno, in un contesto come quello attuale.

 

È prevista la traduzione simultanea da italiano a francese e da francese a italiano. Sarà possibile anche seguire in streaming la conferenza sulla pagina Facebook del CIES onlus e di CIES Tunisie.

Info

Giuseppe Giordani – [email protected]

Programma

 

10:00 Apertura dei lavori

 

10:10-10:25 Saluti istituzionali

  • Elisabetta Bianca Melandri – Presidente del CIES Onlus
  • Anna Rita Caselli – Funzionario dell’AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – MAECI) – Ufficio VII: Cooperazione, partenariati e finanziamenti per lo sviluppo

 

10:25 Il progetto PINSEC

 

10:25-10:35 Loredana Gionne – Responsabile del settore Cooperazione Internazionale e Co-sviluppo deI CIES Onlus

Le buone pratiche del progetto e gli elementi innovativi degli scambi tra Italia e Tunisia, dalla mediazione interculturale all’inclusione economica e sociale

 

10:35-10:45 Mohamed Kouini – Presidente dell’UTSS (video)

Il partenariato strategico tra CIES e UTSS e l’impatto sociale del progetto

 

 

10:45 Proiezione video: restituzione in immagini delle principali attività del progetto PINSEC

 

11:00-11:10 Viera Schioppetto – Project manager e rappresentante del CIES Onlus in Tunisia

La messa in rete tra territorio, servizi e istituzioni: risultati del progetto

 

11:10-11:20 Lotfi Messaoudi – co-direttore del progetto e rappresentante dell’UTSS

Il partenariato strategico tra CIES Onlus e UTSS dal punto di vista operativo e del lavoro sul territorio

 

11:20-11:30 Testimonianze – Comune di Raoued (video)

Adnen Bouassida – Sindaco del Comune di Raoued e Presidente della Federazione dei Sindaci tunisini

Il partenariato con il Comune di Raoued e la partecipazione alle attività del progetto

 

11:30-11:50 Approfondimento sulla mediazione e formazione degli operatori in MLI (Mediazione Linguistico Interculturale)

  • Abdelmonem Saadaoui – Esperto per la formazione e l’assistenza ai servizi per i migranti e responsabile della componente psicosociale CIES Onlus Tunisia
  • Ana Ciuban – Vice-Presidente di A.M.M.I. – Associazione Multietnica dei Mediatori Interculturali e formatrice
  • Aalla Lahcen – esperto in dinamiche sociali e pedagogiche, formatore, A.M.M.I
  • Kleopatra Jura – Coordinatrice della Mediazione Linguistica Culturale dei servizi nell’ambito Emergenza e Pubblica Sicurezza CIES Onlus

 

11:50-12:00 Testimonianze – formatori in MLI formati nel quadro del progetto PINSEC (video)

  • Hayet Nsib – Membro associazione ALDA
  • Mimouni Daouda – Vice presidente associazione AESAT
  • Mehdi Chatti – Delegato Regionale presso il Governatorato di Tunisi dell’Ufficio dei Tunisini all’Estero -OTE

 

12:00-12:10 Testimonianze – La componente lavoro

Abdelaziz Abid – consulente nella creazione d’impresa (video)

 

12:10-12:20 Testimonianze – Micro-imprenditori beneficiari della sovvenzione del progetto (video)

  • Mohamed Chabbouh – progetto di mobili da incasso
  • Samiha Hammami – progetto centro estetico – parrucchiera

 

12:20-12:30 Testimonianze – inserimento professionale: imprese, Camera Tunisino-Italiana del Commercio e dell’Industria e salone Job’in

  • Wassila Saidi – Istruttore Tecnico per l’orientamento al lavoro e la creazione di microimprese CIES Onlus Tunisia
  • Massimo Trabelsi – Direttore delle Risorse Umane di EL.COM
  • Mohamed Ridha Idrissi – Inserito professionalmente presso Salone Job’in

 

12:30-12:40 Presentazione dell’azione di ricerca

  • Alessandro Simonicca – Professore ordinario – Dipartimento di Storia delle Culture e Religioni – Scuola di specializzazione in Beni culturali – demo-etno-antropologica – Università di Roma “La Sapienza”
  • Giovanni Cordova – ricercatore in Storia, Antropologia, Religioni – Università di Roma “La Sapienza”

 

12:40-12:55 Approfondimento e presentazione delle pubblicazioni del progetto e della app IMIGR

Amira Zouaoui – Responsabile comunicazione CIES Onlus Tunisia

 

 

12:55 Conclusione dei lavori

Loredana Gionne e Viera Schiopetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...