Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Giovani e donne: promuovere sostenibilità e inclusione nel Mediterraneo

CIES Onlus

26 septembre 2022

Aucun commentaire

Giovani e donne: promuovere sostenibilità e inclusione nel Mediterraneo

Il CIES è stato ospite venerdì 23 settembre a Torino, all’evento internazionale Terra Madre – Salone del Gusto 2022, dedicato all’agricoltura, all’allevamento, alla produzione del cibo e alle politiche ambientali e alimentari.

 

Ospitato all’interno del Padiglione Roma Food Policy, il CIES ha partecipato a un ciclo di dibattiti con il suo focus su “Giovani e donne: formazione e lavoro nell’agri-food per promuovere sostenibilità e inclusione sociale nel Mediterraneo” alla luce dell’esperienza maturata con il progetto MYSEA (Mediterranean Youth, NEETs and women advancing Skills, Employment and Awareness in the Blue and Green economy), co-finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma ENI CBC Med.

 

È stata l’occasione per presentare le opportunità offerte dal progetto di fronte a una platea di giovani ed esperti di settore, anche attraverso un’attività interattiva con cui abbiamo chiesto al pubblico di immedesimarsi in un/una giovane in cerca di lavoro nel campo dell’agroalimentare e di provare a immaginare quali competenze si desiderino rafforzare e quale apporto possano fornire in un’ottica di sostenibilità ambientale.

 

Terra Madre – Salone del Gusto, che si svolge dal 22 al 26 settembre a Torino nello spazio del Parco Dora, è l’evento mondiale dedicato al cibo buono, pulito e giusto e alle politiche alimentari. Organizzato da Slow Food insieme al Comune di Torino e alla Regione Piemonte, prevede un Mercato di oltre 600 produttori italiani e internazionali, un ricco programma di eventi e spazi espositivi che mettono in luce come il cibo possa essere una preziosa occasione di rigenerazione.

 

Infatti, quest’anno, il tema della manifestazione è stato proprio Food RegenerAction: l’edizione della rigenerazione, di un rinnovamento radicale necessario per una reale transizione agroecologica, che può e deve partire dal cibo migliorando le pratiche agricole, i sistemi di produzione e distribuzione, le diete e le abitudini di consumo, nelle grandi città come nelle aree interne.

 

Il progetto MYSEA sposa in pieno le finalità della manifestazione proponendo il suo modello di sostenibilità e inclusione sociale, intendendo migliorare l’occupabilità dei giovani e delle donne nei settori della Blue e Green economy, in particolare nei settori dell’agri-food e del waste management, nei quali è in forte crescita la richiesta di nuovi profili professionali in grado di gestire tecnologie innovative, sostenibili ed eco-responsabili.

 

La situazione attuale in tutta l’area mediterranea si caratterizza per un forte skills mismatch (cioè un disallineamento di competenze) tra domanda e offerta di lavoro, e in particolare tra i giovani e le imprese.

Per questa ragione il progetto MYSEA ha scelto di investire sulla formazione e i tirocini a beneficio dei giovani, delle donne e dei NEET (Not in Education, Employment or Training), i gruppi sociali che soffrono le maggiori difficoltà di inserimento lavorativo nei paesi partner del progetto: Italia, Grecia, Libano, Tunisia e Giordania.

 

Cover: Parco Dora – Terra Madre 2022, ph. Alessandro Vargiu

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading...