Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

GREI 250 - Regolarizzazione: keep calm & guida rapida

CIES Onlus

20 Maggio 2020

2 commenti

GREI 250 – Regolarizzazione: keep calm & guida rapida

Il “Decreto Rilancio”, approvato dal Governo lo scorso 13 maggio e pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale, contiene provvedimenti e misure che, seppur parzialmente, consentono di regolarizzare una parte delle migliaia di lavoratori stranieri presenti in Italia.

 

Un punto di partenza importante per garantire diritti e dignità a tutti i lavoratori.

 

GREI250, il nostro Gruppo di Riflessione su Regolarizzazione, Emersione e Inclusione ha recentemente promosso una campagna di adesione al tema della sanatoria dei lavoratori migranti che prevede:

  • l’elaborazione condivisa di emendamenti da proporre per ampliare il più possibile la platea dei beneficiari della regolarizzazione;
  • la diffusione di una mini-guida per aiutare gli immigrati ad accedere alla sanatoria, senza cadere nelle maglie di mediatori improvvisati che, come si sa, lucrano.

 

La guida “REGOLARIZZAZIONE: KEEP CALM&GUIDA RAPIDA” è tradotta in 20 lingue e disponibile in fondo a questo articolo e sul sito www.grei250.it.

 

Chi può accedere, quali sono i requisiti, come, quando e dove chiedere il permesso sono interrogativi che in questi giorni moltissimi si pongono e non è facile, soprattutto per gli stranieri, orientarsi. Il vademecum è uno strumento di supporto che nasce per informare delle possibilità di regolarizzazione, per contribuire alla corretta applicazione del provvedimento e per promuoverne una conoscenza adeguata per coloro che potranno usufruirne.

2 commenti

  • Avatar Salif ha detto:

    Bravissimi

  • Avatar Paola Baldelli ha detto:

    Vorrei. segnalare Come questa legge crei le condizioni per un indegno mercato di contratti di lavoro: oltre al fatto che i 500 euro, nella maggior parte dei casi, saranno pagati dai lavoratori, avere un contratto può costare fino a 5000 euro. Il che si somma al mercato delle residenze, anche queste “ concesse” a suon di quattrini. Una legge criminogena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...