fbpx

Io Viaggio da Solo

CIES

23 giugno 2018

Nessun commento

Si tratta di un’azione di educazione ai diritti umani, svolta attraverso una mostra /gioco di ruolo interatttivo composta di scenografie, suoni, video e animata da attori/mediatori.

 

Tematiche trattate

I minori stranieri non accompagnati:

  • il contesto di origine
  • il viaggio di migrazione che caratterizza l’esodo
  • i possibili esiti di integrazione in Italia

 

Risorse:

Dieci Mediatori linguistico culturali/attori di diverse lingue e provenienze che guideranno i bambini/ragazzi attraverso percorsi didattici interattivi e multimediali basati sulla tecnica del gioco di ruolo. I ragazzi dovranno calarsi nei panni di tre personaggi loro coetanei provenienti dal Marocco, Albania e Egitto che lasciando il loro paese, si mettono in viaggio per raggiungere l’Italia, nella speranza di poter trovare maggiori possibilità.

Proiettati, quindi, in una realtà a loro estranea, confrontandosi con problematiche a loro sconosciute, i bambini verranno guidati lungo un percorso, che attraverso animazioni, scenografie a grandezza naturale, video, immagini, suoni e “canovacci” appositamente gestiti dagli animatori,  ricostruisce il cammino di questi tre personaggi: dalla partenza dal paese d’origine all’arrivo in Italia.

 

Destinatari:

La mostra è disponibile in due versioni:

Nella prima i destinatari della mostra sono i bambini/e-ragazzi/e in età dai sei agli undici anni (ultimo anno della scuola d’infanzia e classi elementari)

Nella seconda versione , più incentrata sul tema della tratta e del traffico di minori, i destinatari sono i bambini ragazzi dagli undici ai quindici anni (medie e primo biennio delle superiori)

 

Durata:

Il percorso della mostra dura circa un’ora e mezza.  La proposta è di realizzare la mostra utilizzando gli spazi disponibili della scuola (atri, corridoi, aule non utilizzate) e di coinvolgere tutte le classi della scuola, facendole partecipare a turno all’evento.

La mostra è integrata da un dossier pedagogico  che verrà distribuito a tutti i docenti  per continuare in classe il lavoro sul tema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...