• Italiano
    • Inglese
    • Francese
    • Spagnolo
    • Portoghese, Portogallo
    • Bangla
    • Cinese semplificato
    • Arabo
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

MaTeMù resta aperto. Perché deve farlo, ora più che mai, ma in sicurezza.

MaTeMù resta aperto tenendo altissimo il livello di guardia sulla sicurezza. Vi illustriamo di seguito le misure che adottiamo e che ci hanno tutelati fino a ora.

 

Pensiamo che, visto che l’ultimo DPCM lo consente, lasciare aperto un presidio socio-educativo e culturale gratuito per gli adolescenti sia molto importante in questo momento, ma allo stesso tempo che sia indispensabile farlo in sicurezza.

 

Abbiamo la fortuna di avere molte stanze, spazi ampi e arieggiati, finestre ovunque.

 

 

Stiamo facendo così:

 

  •  Si misura la temperatura all’ingresso a tutte/i. Da 37,2° in poi non si entra, né adulti né ragazze/i.
  •  Si porta la mascherina sempre. Chi non ce l’ha, o ha una mascherina monouso già usata, riceve una mascherina monouso all’ingresso.
  •  Ci si sanificano le mani all’ingresso e prima/dopo ogni attività. Ci sono appositi dispenser in accoglienza e in tutto il Centro.
  •  Entrando si lasciano i propri dati, l’attività che si viene a fare, e il proprio numero telefonico (necessario per un eventuale ricontatto).
  •  Si rispetta il distanziamento fisico (non sociale) di almeno un metro. Si mantiene invece una distanza fisica nettamente superiore ad un metro per le attività che prevedono movimento o uso particolare della voce (vedere specifiche in fondo).
  •  Si tengono le finestre aperte, per ora sempre. Man mano che farà più freddo, ove non fosse possibile tenerle sempre aperte, saranno aperte minimo ogni 20 minuti. Si usano esclusivamente stanze con finestre (tranne la saletta registrazione dove può entrare un solo allievo/a al giorno, da solo/a).
  •  Molti corsi prevedono solo lezioni individuali (chitarra, batteria, tromba, canto, rap, supporto scolastico).
  •  Le attività per piccoli gruppi prevedono massimo 4 allieve/i.
  •  Si usano i pannelli di plexiglass in accoglienza, nelle lezioni di canto, di rap e di strumento a fiato.
  •  Ogni insegnante o operatore sanifica strumenti, sedie o altro e arieggia il locale a ogni cambio di allievo/a. In tutte le stanze è presente il materiale apposito ed è prevista una apposita pausa tra un allievo/a e l’altro/a.
  •  Le pulizie sono realizzate (come anche prima del Covid) tutte le mattine. Ora sono state aggiunte sanificazioni periodiche con ditta specializzata.
  •  In tutto il Centro è posizionata la cartellonistica che espone le misure da rispettare.

 

 

Specifiche su alcune attività:

 

CANTO, RAP e TROMBA

Lezione uno a uno. Distanza di minimo 5 metri. Finestre aperte. Pannello in plexiglass. La lezione non può durare più di 45 minuti. Mascherine quando non si canta/suona.
La lezione di rap viene spesso svolta all’aperto, nel giardino di MaTeMù o nei giardini di Via Carlo Felice.

 

MUSICA D’INSIEME

Max 3 allievi/e. Mascherine tranne per strumenti a fiato (che devono indossarla in tutti i momenti in cui non suonano). Distanza di minimo 1 metro / Pannello in plexiglass e distanza di 5 metri per strumenti a fiato. Finestre aperte (a oggi aperte sempre, se farà troppo freddo aperte ogni 15 minuti).

 

TEATRO

Max 4 allievi/e. Mascherine. Distanza di 2,5 metri ogni lato (10 mq per allieva/o). Finestre aperte (a oggi aperte sempre, se farà troppo freddo aperte ogni 15 minuti).

 

ATTIVITÀ INFORMALI DI SOCIALIZZAZIONE E ASCOLTO

All’aperto, nel giardino di MaTeMù, o nella stanza adiacente al giardino con finestra sempre completamente aperta. Max 4 ragazze/i alla volta. Mascherina. Distanza di almeno un metro.

 

ASCOLTO PSICOLOGICO

Il colloquio è individuale e dura 45 minuti. Mascherine. Distanza di almeno 2 metri. Finestre aperte (a oggi aperte sempre, se farà troppo freddo aperte ogni 15 minuti).

 

BREAK DANCE

Solo all’aperto (Giardini di Via Carlo Felice o giardino di MaTeMù). Distanza di 2 metri ogni lato. Max 3 allievi/e. Mascherine per tutti i momenti in cui non si balla. Quando, per le condizioni climatiche, non sarà più possibile farlo all’aperto, il corso si svolgerà on line.

 

 

Inoltre…

 

parliamo con i ragazzi e le ragazze. Spieghiamo loro perché è importante rispettare queste regole e a cosa servono. Ascoltiamo le ansie, le paure e la sensazione di onnipotenza. Diciamo è normale, diciamo perché, diciamo “anche io”. Siamo lì apposta.

 

 

Info:

 

Per qualunque informazione scriveteci a matemu@cies.it o chiamateci allo 06 77070411.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...