MA.CRI.MI.Flo

Appena sbarcano, purtroppo sono spesso in condizioni pessime. Noi mediatori diamo il maggiore aiuto possibile…

mediatrice linguistico culturale in servizio presso la sede di Trapani

Il progetto MA.CRI.MI.flo 4 (“Management of Critical Migration Flows”) – co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma EXTERNAL BORDERS FUND e attuato dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Direzione Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere, in partenariato con il CIES Onlus, ha coinvolto le regioni di Sicilia, Calabria, e Puglia, dove equipe di mediatori linguistico-culturali esperti in gestione dei conflitti, con la collaborazione di psicologi, hanno lavorato presso gli Uffici Immigrazione delle Questure e presso i principali Centri di Accoglienza e per Richiedenti Asilo -CDA/CARA- del territorio.

 

 

Il progetto ha favorito un rapporto positivo tra migranti e istituzioni italiane, attraverso l’impiego di mediatori linguistico-culturali nelle attività di assistenza agli sbarchi, prevenzione e gestione del conflitto, orientamento per la prima accoglienza, supporto nell’uso della modulistica.

 

 

Gli obiettivi principali sono stati quelli di migliorare l’accoglienza e l’assistenza di cittadini immigrati – con particolare attenzione per le categorie più vulnerabili quali donne e minori; migliorare la comunicazione tra i migranti e le autorità di Pubblica Sicurezza; prevenire o ridurre i conflitti che possono generarsi tra immigrati di diverse etnie, tra immigrati ed operatori di Pubblica Sicurezza, nonché tra immigrati e popolazione locale residente.

 

 

Periodo di realizzazione: 21 febbraio 2014 – 20 agosto 2014

Report MA.CRI.MI.Flo – ITA

Report MA.CRI.MI.Flo – ITA

Report MA.CRI.MI.Flo – ENG

Report MA.CRI.MI.Flo – ENG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...