• Italiano
    • Inglese
    • Francese
    • Spagnolo
    • Portoghese, Portogallo
    • Bangla
    • Cinese semplificato
    • Arabo
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Riparte “Rulli Ribelli a MaTeMù”

Da oggi riparte una grande avventura insieme a Banda Rulli Frulli e Cervelli Ribelli Project!

 

Dopo la lunga pausa dovuta al lockdown riparte il laboratorio sperimentale di percussioni del progetto “Rulli Ribelli a MaTeMù”, nato dalla collaborazione tra Banda Rulli Frulli, il nostro Centro Giovani e Scuola d’Arte “MaTeMù” e Cervelli Ribelli.

 

Riparte grazie al Municipio Roma I Centro e in totale sicurezza presso la sede ARVU di via di San Teodoro 70.

 

Il laboratorio – tenuto da Federico Alberghini e Marco Golinelli di Banda Rulli Frulli e da Andrea Pantaleone di MaTeMù – è destinato a ragazze e ragazzi adolescenti con abilità diverse e provenienti da diversi contesti culturali.

 

Il progetto è finanziato dalla Fondazione Alta Mane Italia.

Cos’è Rulli Ribelli?

“Rulli Ribelli” è un’idea meravigliosa che vede al lavoro tre realtà che, pur muovendosi in ambiti diversi, hanno come comune denominatore la convinzione che la diversità rappresenti un’eccellenza, da conoscere, valorizzare, includere:

 

MaTeMù è il Centro Giovani e Scuola d’Arte del Municipio Roma I, creato e gestito dal CIES Onlus dal 2010. È un laboratorio di idee e iniziative, gratuito per gli adolescenti che lo frequentano, in cui svolgere attività espressive, ludiche, di supporto scolastico, di aiuto nei momenti di difficoltà. E’ anche uno spazio dove associazioni o singoli abitanti possono vivere il quartiere da cittadini attivi e dove artisti possono trovare un punto di riferimento per incontrarsi. Utilizzando metodologie partecipative e di coinvolgimento attivo dei ragazzi/e, MaTeMù si pone come un centro artistico, creativo ed educativo, interculturale e attento alla valorizzazione delle diversità.

 

Banda Rulli Frulli è un progetto di musica d’insieme della Fondazione Scuola di Musica Carlo & Guglielmo Andreoli, creato nel 2010 da un’idea del direttore Federico Alberghini. Nata come marching band, la Banda si è fin dall’inizio connotata per la sua natura inclusiva ed ecologica: ragazze e ragazzi neurotipici e con disabilità suonano insieme strumenti musicali costruiti a partire da materiali di recupero.I 70 musicisti che compongono la Banda hanno tra gli 8 e i 30 anni, sono ragazzi e ragazze con abilità e provenienze differenti. I musicisti disabili, seguiti dalla Neuropsichiatria Infantile di Mirandola in convenzione con la Fondazione Scuola di Musica Andreoli, hanno modo di partecipare alle prove e agli spettacoli senza l’impiego di tutor dedicati, è difatti il gruppo stesso a sostenerli in un’ottica di peer education, dove grandi e piccoli imparano insieme condividendo delle esperienze.

 

Cervelli Ribelli è una piattaforma strategica di comunicazione creata dal giornalista Gianluca Nicoletti presidente della Onlus “Insettopia” (www.insettopia.it) e da Michela Paparella Ceo di Kulta agenzia di comunicazione (www.kulta.it) e  proprietaria della piattaforma nazionale “Scuola Channel” (www.scuolachannel.it)  rivolta a scuole e famiglie per progetti di edutainment e corporate social responsibility . Cervelli Ribelli elabora progetti finalizzati ad accompagnare Partner i cui valori siano coerenti con la contemporaneità, con la valorizzazione delle differenze e dell’unicità, con l’orgoglio di chi non ha paura di mostrare il proprio punto di vista e di chi ama valorizzare il proprio sguardo sul mondo.

 

La prima fase sperimentale prevede l’inclusione nel laboratorio di persone autistiche nella fascia anagrafica tra adolescenza e età adulta, parteciperanno alle attività con la supervisione di psicologi clinici di Progetto Aita Onlus (progettoaita.com), associazione specializzata nel supporto e coordinamento scientifico di progetti sociali diretta dal neuropsichiatra dell’Università Tor vergata Luigi Mazzone, già partner di Cervelli ribelli  in numerose attività precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...