Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

5X1000 al CIES

IL TUO

5x1000 al CIES

PER UN VIAGGIO DIVERSO DAGLI ALTRI

Sostieni CIES Onlus e i suoi progetti di Educazione alla Cittadinanza Mondiale, Mediazione Interculturale, Inclusione Sociale, Cooperazione Internazionale e Cosviluppo.

Scrivi il codice fiscale del CIES

97027130588

sotto la tua firma

COME?

Destinare il tuo 5×1000 al CIES è semplicissimo.

Prendi il tuo modello per la dichiarazione dei redditi – Redditi Persone Fisiche (ex UNICO), 730 o Certificazione Unica (CU) – e individua la sezione “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DELL’IRPEF”

Metti la tua firma nel riquadro “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di attività sociale…”

Sotto alla tua firma, scrivi il codice fiscale del CIES:

97027130588

Fatto! In questo modo, il tuo 5 per mille sarà donato direttamente al CIES e contribuirai a sostenere i nostri progetti. Nel caso in cui utilizzi un intermediario per la compilazione della dichiarazione dei redditi (commercialista, CAF o altro professionista) chiedigli esplicitamente di donare il 5 per mille al CIES.

PERCHÉ?

Perché forse potresti riconoscerti con le nostre storie e nei nostri valori: solidarietà, cooperazione, formazione, interdipendenza.

 

I nostri progetti potrebbero diventare anche i tuoi.

Play
Play
Play
Play
Play
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

RISORSE UTILI

SCARICA IL PROMEMORIA

Scarica i nostri promemoria e portali con te quando farai la dichiarazione dei redditi.

CALCOLA IL TUO 5X1000


MANDATI UNA MAIL

Inserisci la tua mail (o quella del tuo commercialista) e mandati un promemoria!

    O INVIA UN WHATSAPP

    Clicca sul tasto qui sotto e invia un promemoria con il nostro Codice Fiscale via WhatsApp

    CONDIVIDI

    Hai deciso di donare il tuo 5 per mille al CIES?  Dillo ai tuoi amici e moltiplica il tuo impatto!

    DOMANDE FREQUENTI

    FAQ

    Cos’è il 5 per mille?

    Il 5 per mille è una donazione che proviene dall’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche). Questo particolare tipo di donazione, istituito con la Legge Finanziaria del 2006, permette al contribuente di scegliere direttamente a chi destinare la propria “quota” IRPEF, per l’appunto, pari al 5X1000 (ovvero lo 0,5%).

    A chi va il 5 per mille?

    È una tua scelta. Il 5 per mille può essere donato a particolari enti no profit, alla ricerca scientifica e a quella universitaria, alla ricerca sanitaria, a favore della tutela dei beni paesaggistici e culturali, a sostegno delle attività sociali del proprio comune di residenza e ad alcune associazioni sportive dilettantistiche.

    Ha un costo? È una tassa in più?

    Assolutamente no. Il 5 per mille non costa nulla. Non è “una tassa in più”. Semplicemente lo Stato “rinuncia” ad una parte delle tue imposte e lo destina ad un ente che puoi scegliere direttamente tu.

    È diverso dall’8 per mille?

    Sì. Il 5 per mille non sostituisce l’8 per mille. Sono due cose diverse. La tua scelta per il 5 per mille non influenza quella del tuo 8 per mille che potrai devolvere liberamente a chi vuoi. Anche lo scopo della donazione è diverso: l’8 per mille, infatti, è destinato in parte allo Stato e in parte alle confessioni religiose e di culto.

    Cosa succede se non metto il codice fiscale del CIES, ma solo la firma?

    Lo Stato trattiene comunque il tuo 5 per mille. È quindi una scelta alla quale porre attenzione. Uno strumento, da questo punto di vista, democratico e sussidiario che lascia direttamente a te la scelta a chi destinare direttamente una parte delle imposte che pagheresti comunque.

    Chi può donare il 5 per mille?

    La risposta semplice è: tutti!

    La risposta più completa è: chiunque faccia la dichiarazione dei redditi. Al momento della tua dichiarazione dei redditi, devi compilare la parte relativa al 5 per mille a seconda del “modello” che utilizzi (REDDITI (ex UNICO), 730 o CU). Scarica e stampa i facsìmile dei modelli fiscali 2019 cliccando qui.

    Se non ho l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, posso destinare comunque il 5 per mille al CIES?

    Certo. Ti basterà consegnare ad una banca, a un ufficio postale, al tuo commercialista, ad un CAF o ad altro professionista abilitato la scheda integrativa per il 5 per mille contenuta nel CU (con la firma nell’apposito riquadro e il codice fiscale del CIES) in busta chiusa, sulla quale dovrai apporre la scritta “scelta per la destinazione del 5×1000 dell’IRPEF”, indicando anche il tuo nome, cognome e codice fiscale.

    Quali sono le scadenze del 2021 per la dichiarazione dei redditi?

    Modello 730/2021

    Soggetti interessati: persone fisiche (dipendenti, pensionati) non titolari di partita IVA
    Scadenza: la scadenza per la presentazione del 730 (sia precompilato che ordinario) è stata fissata al 30 settembre 2021.

    Modello Redditi Persone Fisiche 2020

    Soggetti interessati: persone fisiche titolari e non di partita IVA
    Scadenza: 30 novembre 2021 per la presentazione telematica o tramite intermediario (commercialista, CAF ecc.). La presentazione cartacea presso gli uffici postali invece va effettuata dal 2 maggio al 30 giugno 2021.

     

    Certificazione Unica 2020

    Soggetti interessati: persone fisiche (dipendenti, pensionati, lavoratori occasionali) esonerate dalla presentazione della dichiarazione dei redditi
    Scadenza: il datore di lavoro deve consegnare al lavoratore la CU entro il 31 marzo 2021
    Modalità di scelta del 5×1000: la scheda (allegata alla Certificazione Unica) deve essere presentata, in busta chiusa, con le seguenti modalità:

    • allo sportello di un ufficio postale (il servizio è gratuito);
    • invio telematico mediante il servizio Fisconline;
    • ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (professionista, CAF, ecc.).

    NB: La busta da utilizzare per la presentazione della scheda deve recare l’indicazione “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DELL’OTTO, DEL CINQUE E DEL DUE PER MILLE DELL’IRPEF”, il codice fiscale, il cognome e nome del contribuente. La scheda deve essere integralmente presentata anche nel caso in cui il contribuente abbia espresso soltanto una delle scelte consentite (otto o cinque o due per mille dell’IRPEF).

    Ok! Darò il mio 5 per mille al CIES! Potrò sapere a cosa ho contribuito con la mia firma? Riceverò aggiornamenti sulle attività? Il CIES lo saprà?

    Solo l’Agenzia delle Entrate ha l’autorizzazione ad accedere ai dati sensibili dei contribuenti e non comunica all’ente beneficiario questi dati. Quindi solo tu e l’Agenzia delle Entrate sapete se e quanto avete destinato al CIES. Non possiamo in alcun modo accedere all’elenco di chi ci ha destinato il 5 per mille. Se vuoi, puoi iscriverti alla newsletter e restare sempre aggiornato su tutte le nostre attività, che anche tu hai contribuito a sostenere. Grazie!

    Loading...