Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Vademecum per la ricerca di lavoro

CIES Onlus

22 enero 2024

No hay comentarios

Giunti al termine del progetto Reti Solidali, che nell’ultimo anno e mezzo ha visto impegnato il CIES con i partner Speha Fresia e Sipea Onlus, abbiamo realizzato due Vademecum pensati per favorire l’integrazione lavorativa delle persone fuggite dalla guerra in Ucraina e che hanno trovato riparo a Roma e nel Lazio.

Entrambi i Vademecum sono in italiano con la traduzione in lingua ucraina:

В рамках проєкту Мережі Солідарності, CIES Onlus та Speha Fresia створили два Довідника для сприяння трудової інтеграції людей, які втекли від війни в Україні та знайшли прихисток в Римі та в області Лаціо.

Обидва Довідники написані італійською мовою з українським перекладом.

STRUMENTI PER LA RICERCA ATTIVA DI LAVORO è un piccolo manuale per la redazione del Curriculum Vitae.

Інструменти для активного пошуку роботи – невеликий посібник для складання резюме

RETI PER LA RICERCA DI LAVORO è una panoramica sui Centri di Orientamento al Lavoro e i Centri per l’impiego presenti nella capitale, con contatti, indirizzi e informazioni utili.

Мережі для пошуку роботи: огляд центрів з профорієнтації та центрів зайнятості, які знаходяться в столиці, з контактами, адресами та корисною інформацією.

Insieme ai nostri partner Speha Fresia, Sipea Onlus e con la collaborazione del Sa.Mi.Fo. ASL Roma 1, nel corso di questo progetto abbiamo messo in atto una serie di attività come laboratori di lingua italiana, corsi di cucito e cucina, orientamento al lavoro, supporto psicologico individuale e di gruppo.

 

Per condensare quest’esperienza, in questa occasione vogliamo mettere a disposizione uno strumento di facile consultazione, che raccoglie informazioni utili non soltanto per la popolazione in fuga dall’Ucraina, ma anche alla cittadinanza nel suo complesso.

 

I due Vademecum, volti ad accompagnare i destinatari alla ricerca del lavoro, la ricerca di una formazione e fornire le informazioni per facilitare l’integrazione lavorativa, sono stati realizzati da Speha Fresia, nostro partner nel progetto Reti Solidali, che lavora da anni nell’orientamento del lavoro e alla formazione.

 

La ricerca di opportunità lavorative e l’integrazione nel contesto professionale rappresentano sfide significative per la popolazione non italiana residente a Roma, in particolare per gli utenti ucraini inseriti nel progetto Reti Solidali. In un mondo sempre più globalizzato, la capitale italiana accoglie una diversità culturale che arricchisce il tessuto sociale, ma spesso può risultare complesso individuare strumenti efficaci per l’orientamento al lavoro per chi proviene dall’Ucraina.

 

Gli strumenti dedicati all’orientamento professionale rivolti a questa comunità, attraverso il progetto Reti Solidali, rappresentano un pilastro fondamentale nel percorso di inserimento lavorativo e nell’empowerment individuale. Dal supporto nella comprensione delle leggi sul lavoro in Italia alla promozione di programmi formativi mirati, questi strumenti giocano un ruolo vitale nel superare le barriere linguistiche, culturali e normative specifiche che gli utenti ucraini potrebbero affrontare.

 

A Roma è possibile attraverso i Centri per l’impiego, come ad esempio quello di Casal Bertone e quello di Porta Futuro a Testaccio, piattaforme online multilingue e progetti di mentoring personalizzati, si mira a fornire informazioni chiare e accessibili, incoraggiando così la partecipazione attiva nel mercato del lavoro per questa specifica comunità.

 

Comprendere le opportunità disponibili, acquisire competenze richieste dal mercato e navigare nel complesso sistema italiano possono rappresentare delle sfide particolarmente rilevanti per gli utenti ucraini. Tuttavia, l’accesso a strumenti adeguati e l’assistenza personalizzata offerta dal progetto Reti Solidali possono trasformare queste sfide in opportunità, consentendo alle persone di realizzare il proprio potenziale e contribuire attivamente alla comunità romana e italiana nel suo insieme.

 

Il progetto “Reti Solidali: Un sistema integrato di servizi a sostegno dell’inclusione socio-lavorativa della popolazione in fuga dall’Ucraina” è finanziato dall’Unione Europea tramite il Fondo Sociale Europeo nell’ambito del Programma Operativo Regione Lazio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading...